FAIRY TALE FASHION

 

Fairy Tale Fashion, una mostra per sognare

“Fairy Tale Fashion”, mostra straordinaria organizzata al FIT di New York, nasce per raccontare le favole attraverso la lente dell'alta moda. Nelle opere di numerosi scrittori di fiabe, da Charles Perrault ai Fratelli Grimm fino a Hans Christian Andersen l'abito viene spesso usato per meglio caratterizzare un personaggio  sia per quello che è che nella sua trasformazione attraverso emozioni di vanità, conquista di un potere o di qualche privilegio speciale.

In mostra più di 80 oggetti e capi che spaziano, come le favole, dal drammatico al fantasy, esposte tutte in meravigliose teche disegnate dall'architetto Kim Ackert. Le fiabe scelte per questa carrellata da sogno nel mondo della nostra infanzia e in quella della più sublime haute couture non appartengono a un preciso periodo storico, ma spaziano dal 1700 fino ai giorni nostri. Proprio il Ventunesimo secolo è quello che più ha aiutato i curatori della mostra a creare l'atmosfera giusta per raccontare a modo loro delle fiabe intramontabili: abiti come quelli di Thom Browne, Dolce &Gabbana, Tom Ford, Giles, Mary Katrantzou, Marchesa, Alexander McQueen, Rick Owens, Prada, Rodarte e Walter Van Beirendonck, insieme ad altri prestigiosi nomi del fashion system internazionale, si sono rivelati degli interpreti perfetti per delle storie meravigliose e senza tempo.

Fairy Tale Fashion, a retrospective to dream

Fairy Tale Fashion is a unique and imaginative exhibition that examines fairy tales through the lens of high fashion. In versions of numerous fairy tales by authors such as Charles Perrault, the Brothers Grimm, and Hans Christian Andersen, it is evident that dress is often used to symbolize a character’s transformation, vanity, power, or privilege. Fairy Tale Fashion features more than 80 objects placed within dramatic, fantasy-like settings designed by architect Kim Ackert. Since fairy tales are not often set in a specific time period, Fairy Tale Fashion includes garments and accessories dating from the 18th century to the present. There is a particular emphasis on extraordinary 21st-century fashions by designers such as Thom Browne, Dolce and Gabbana, Tom Ford, Giles, Mary Katrantzou, Marchesa, Alexander McQueen, Rick Owens, Prada, Rodarte, and Walter Van Beirendonck, among others. 

 

Share :